fbpx

Turismo e animazione in villaggio: i prossimi possibili scenari

Luca Corsini, presidente e fondatore del Gruppo Art Swiss, ha deciso di girare un video dove chiarisce la situazione attuale, i provvedimenti messi in campo e illustra i prossimi possibili scenari.

Un appello a RIMANERE UNITI per far fronte all’emergenza, per RIPARTIRE più forti di prima. Di seguito, il testo del suo discorso.

“Ciao a tutti, ho ritenuto giusto mandare un messaggio in questo momento così delicato per il settore del turismo in genere.

In qualità di presidente di una delle società leader nel settore dell’intrattenimento, credo sia importante un messaggio forte a tutela di tutta la nostra filiera. 

Ovviamente voglio indirizzare il mio pensiero al personale di sede, a tutti i nostri 1.500 dipendenti e al mondo del turismo in genere.

Ci troviamo in una situazione drammatica che mai si è riscontrata nel nostro Paese.

Noi siamo subito intervenuti mettendo in sicurezza tutto in nostro personale: 400 dipendenti che al momento dell’emergenza si trovavano  presso le strutture all’estero e in montagna.

In seguito è partita quella che io chiamo la Fase 1 dell’emergenza: predisporre subito liquidità di cassa per far fronte a qualsiasi scenario, tutelare le 40 risorse che compongono la nostra squadra di sede,  garantendo a loro il mantenimento del posto di lavoro anche nel caso l’emergenza Covid-19 si prorogasse fino al 2021.

Da questo momento parte la Fase 2: proseguire il nostro lavoro da casa, mantenendo viva la nostra campagna di reclutamento a mezzo web, testate giornalistiche, radio modificando i colloqui in video candidature, così da comporre le nostre equipe in tutti i ruoli strategici e in generale comporre le equipe al 70% del fabbisogno totale.

Abbiamo poi spostato le nostre Selection, ovviamente ai primi di giugno, presso il Garden Toscana e l’Acaya in Puglia e nella stessa occasione verrà effettuata un Academy con tutti i responsabili di settore di tutti i nostri Brand, ovviamente tutti i responsabili di settore in partenza per l’estate 2020.

Tutto questo che abbiamo organizzato dalle nostre case ci permette di essere pronti in 48 ore dalla riapertura delle nostre strutture. Questo per noi è importantissimo.

Passiamo alla Fase 3: insieme ai nostri clienti abbiamo  identificato un’ipotetica apertura delle strutture in Italia, Grecia e Egitto per fine giugno, garantendo tutti i servizi da catalogo con una lieve diminuzione dell’equipe. 

Prevedendo un decreto del governo che stabilisca delle normative da rispettare, con il nostro team di Key Account abbiamo studiato un programma diviso per tutti i settori che rispetti le normative emanate.

Poi la Fase 3 non è finita qua: prevediamo anche una programmazione dell’apertura del lungo raggio ad ottobre, ma nel caso gli scenari migliorino noi saremo pronti a garantire da subito tutti i nostri servizi.

La Fase 4, ho ipotizzato che possa prevedere una ripartenza graduale del settore. L’ho prevista da dicembre, ma sicuramente per un lungo periodo dovremmo imparare a convivere con questa emergenza, modificando i nostri servizi per renderli sempre più funzionali.

Concludo dicendo con fermezza che il nostro settore continuerà ad essere fondamentale e basilare per i Villaggi e per i Resort

Per questo vi chiedo di essere uniti durante questa emergenza, per RINASCERE sempre più FORTI e STRATEGICI nel mondo del turismo.  

Un ringraziamento a tutti, con la speranza di tornare presto a divertirci e a far divertire i nostri amati clienti.

Messenger icon
Send message via your Messenger App